Via Roma 187

85029 VENOSA (Pz)

Tel. 0972 39111 Fax 0972 39450 

 

Venosa, 5.3.2008

PUBBLICAZIONE CHIARIMENTI RELATIVI A GARA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ADI E CURE PALLIATIVE PRESSO L’ASL 1 DI VENOSA, AI SENSI DELL’ART. 26 DEL DISCIPLINARE DI GARA E ART. 71, PUNTO 2, DEL D.LGS 163/06.

In relazione a richieste pervenute in relazione alla procedura in oggetto, si chiarisce quanto segue:

1)     in relazione ai requisiti specifici di capacità tecnica di cui al bando e al disciplinare di gara:

il fatturato complessivo minimo di Euro 1.800.000,00 conseguito nel triennio 2005-2006-2007 si riferisce, come testualmente riportato nel bando, a servizi “IDENTICI” a quelli oggetto di gara, espletati presso Aziende Sanitarie pubbliche o private. Rileva pertanto: la natura sanitaria del servizio reso, sia per il profilo soggettivo degli enti che affidano il servizio (si ripete, Aziende Sanitarie pubbliche o private), sia sotto il profilo oggettivo (ADI e CURE PALLIATIVE aventi carattere “sanitario”, ad esclusione di analoghi servizi aventi natura socio-assistenziale.) Rileva inoltre, dal punto di vista oggettivo delle prestazioni, la dimensione “territoriale” connaturata ai servizi in questione, che presuppone servizi sanitari resi a livello “DOMICILIARE” presso il domicilio degli assistiti, nel territorio di riferimento dell’ente che affida il servizio. Per il cumulo di quanto sopra specificato restano pertanto escluse, di fatto, prestazioni rese presso strutture protette quali Case di Riposo per Anziani e strutture assimilate ove non concorrano le condizioni richieste. La Commissione di gara, pertanto, nell’analizzare il requisito di cui trattasi, si atterrà al dettato letterale del bando di gara e relativo disciplinare, valutando in concreto l’aderenza dei servizi dichiarati a quanto richiesto in atti.

 

2)     Circa le risorse umane attualmente impiegate nel servizio: tenuto conto che il servizio attualmente in appalto si configura, per natura e quantità di prestazioni richieste, in modo differente da quello affidato in precedenza, a seguito di specifica richiesta si offrono i seguenti dati (relativi alla configurazione offerta dalla ditta con progetto-offerta risultato aggiudicatario nella gara precedente):

- infermieri professionali: 19 unità;

- fisioterapisti: 13 unità;

- medici: 3 unità

- psicologi: 4 unità

- amministrativi: 5 unità

-         addetti all’approvvigionamento farmaci. 1 unità;

 

3)     Circa l’utenza attuale del servizio: tenuto conto che il servizio attualmente in appalto si configura, per natura e quantità di prestazioni richieste, in modo differente da quello affidato in precedenza, si offrono i seguenti dati:

utenza in carico al servizio (dati relativi al periodo I gennaio 2008 – 4 marzo 2008): 610 pazienti, di cui 523 in ADI standard e 87 oncologici.

Il dato è suscettibile di fluttuazioni in riferimento a presa in carico/dimissione di pazienti assistiti. Orientativamente, nel periodo gennaio 2007 – dicembre 2007, e fermo restando un riferimento medio pari a quello di cui sopra, gli utenti complessivamente trattati in ambito ADI e Cure Palliative sono stati 1.201, di cui 277 oncologici.

 

4)     I tempi medi di spostamento sul territorio, da parte degli operatori, vanno ricompresi forfettariamente ed omnicompresivamente nell’offerta che la ditta propone, secondo quanto indicato in atti di gara (in particolare, art. 9 del capitolato e punti 2.1A e 2.1B del Modulo Offerta).  In proposito, la tempistica media riferibile alle prestazioni per gli infermieri è indicata nella tabella C allegata agli atti di gara; le prestazioni di terapia riabilitativa ed occupazionale, solitamente riferite a 30 o 60 minuti, sono stabilite per ciascun paziente dal Case Manager.

 

5)     Circa la quantificazione dei chilometraggio attualmente fatto dagli operatori: Si premette che tali costi vanno ricompresi forfettariamente ed omnicompresivamente nell’offerta che la ditta propone, al pari dei tempi di prestazione di cui al precedente punto.  Tanto precisato, e nel sottolineare la diversità tra il servizio in appalto e quello affidato in precedenza, nonché la oscillante dislocazione territoriale dell’utenza nei vari comuni di cui all’art 1 del Capitolato, si offrono i seguenti dati: la ditta attualmente affidataria del servizio, interpellata in merito, fornisce il dato di circa 62.000 Km medi mensili effettuati, in base agli operatori impiegati e all’utenza servita come indicata al precedente punto 3.

 

6)     Importo di gara e correlata IVA: Si rileva che il Capitolato di gara indica l’importo di euro 1.800.000,00 compresa Iva quale importo a base d’asta, rispetto al Disciplinare di gara, che indica 1.800.000,00 al netto di Iva. Si conferma che l’importo di cui tener conto è quello di Euro 1.800.000,00 AL NETTO DI IVA, come peraltro espressamente sancito nel bando di gara e nel relativo estratto di cui alle corrispondenti pubblicazioni.

 

7)     Circa le modalità di fatturazione del servizio: essa verrà effettuata sulla base mensile di 1/12 dell’importo complessivo annuale offerto, ed eventuale conguaglio a fine anno in base a verifica finale. Il tutto è posto sotto il controllo del Centro di Coordinamento preposto al servizio, il quale provvede ad assicurare la corrispondenza degli interventi ai bisogni dell’utenza nell’ambito delle risorse economiche dedicate al servizio.

 

8)     Dotazioni informatiche: In base all’art. 7, la connettività degli operatori alla rete aziendale ASL deve tener conto delle seguenti indicazioni di massima, per quanto riguarda hardware e software:

il collegamento sarà effettuato tramite una VNP che dovrà collegare la sede dell’aggiudicataria con la rete regionale. Detto collegamento dovrà seguire i previsti canali autorizzativi che fano capo ad ASL e Regione.

 

9)     Circa le attività e specializzazioni particolari relative ai medici da impiegare  nell’ambito del servizio, occorre far riferimento a quanto previsto all’art. 9 (Modalità di predisposizione del Progetto: contenuto della busta B) del Disciplinare di gara. La ditta istante richiede inoltre se i medici in questione debbano espletare visite domiciliari. Ferma restando la libertà nel configurare il progetto secondo il proprio know-how da parte delle ditte offerenti, occorre comunque tener presente che la gara in questione riguarda servizio ADI, avente carattere prettamente domiciliare-territoriale.

 

10)Circa gli orari di servizio si precisa quanto segue:

- l’attività, da parte degli operatori preposti dall’ASL al servizio in questione, viene effettuata in via ordinaria su 5 giorni lavorativi su 7, con apertura pomeridiana dal lunedì al giovedì.

- le figure professionali della ditta che risulterà aggiudicatria opereranno, di norma, 6 giorni su 7 e in orario mattutino-pomeridiano, fatta eccezione per pazienti critici per i quali devono essere garantite le prestazioni secondo occorrenza. (Dal servizio, comunque, sono esclusi i casi trattabili secondo emergenza - 118). Circa la eventuale reperibilità (telefonica o anche  con interventi a domicilio): la questione ricade nell’ambito del punto B3 dell’art.9 del Disciplinare di gara, e correlato art. 10 ultimo comma del capitolato di gara.

Dr. Antonio Pennacchio                                           Dott. Giovanni Battista Bochicchio

Dirigente U.O. Provveditorato Economato               Direttore Sanitario ASL 1 Venosa

 

Realizzazione   Sistema Informativo Automatizzato   ASL 1 Venosa                       CEDASL1@RETE.BASILICATA.IT