Via Roma 187

85029 VENOSA (Pz)

Tel. 0972 39111 Fax 0972 39450 

 

 Azienda Sanitaria USL n. 1 di Venosa

Via Roma, 187

Venosa

Tel. 0972 39111 Fax 0972 39433

Indirizzo internet: www.asl1venosa.it

 

Bando Appalto Servizi di Ingegneria compreso tra 100.000 e 211.000 €

(Procedura Aperta ex Pubblico incanto -"Offerta economicamente più vantaggiosa")

 

BANDO DI GARA D'APPALTO

 

Lavori

Forniture

Servizi X

 

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

 

I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Denominazione:            Azienda Sanitaria USL n. 1                   Ufficio Tecnico

Indirizzo:                      Via Roma, 187                         C.A.P:  85029

Località:                       Venosa (Pz)                                        Stato : Italia

Telefono:                      0972 39111                                          Fax:  0972 39433

Indirizzo Internet:          www.asl1venosa.it      

 

I.2) INDIRIZZO PRESSO IL QUALE E’ POSSIBILE OTTENERE ULTERIORI INFORMAZIONI:  Come al punto I. 1

 

I.3) INDIRIZZO PRESSO IL QUALE E’ POSSIBILE OTTENERE LA DOCUMENTAZIONE: Come al punto I. 1

 

1.4) INDIRIZZO AL QUALE INVIARE LE OFFERTE:

Come al punto I. 1

 

I.5) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE:

Ente sub regionale

 

SEZIONE II: OGGETTO DELL'APPALTO

 

II.1) DESCRIZIONE:

"PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA - DIREZIONE LAVORI E DEC. LEG.VO 494/94.

 

II.1.2) Tipo di appalto di servizi

 

Categoria del servizio    12 (all. II A art. 21 D.Leg.vo. 163/2006)

 

II.1.3) Si tratta di un accordo quadro?    SI

II.1.4) Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice

 

            PROCEDURA APERTA EX ART. 55, COMMA 5, D.Lgs. 163/2006

 

II.1.5) DESCRIZIONE/OGGETTO DELL'APPALTO

Servizi di ingegneria e architettura consistenti nella "Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva - Direzione Lavori e Decreto Legislativo n. 494/94 - per i lavori per il trasferimento  della cardiologia con UTIC presso lo stabilimento ospedaliero di Melfi.

 

II.1.6) LUOGO DI ESECUZIONE DELLA PRESTAZIONE DEI SERVIZI

Comune di Venosa (Via Appia) e Comune di Melfi (Via Foggia)

 

II.1.7) Nomenclatura

 

II.1.7.1) CIG 01008919E0

 

II.1.8) DIVISIONE IN LOTTI             NO

 

II.1.9) AMMISSIBILITA DI VARIANTI        NO

 

II.2.) QUANTITATIVO O ENTITA’ DELL'APPALTO

 

II.2.1) QUANTITATIVO O ENTITA TOTALE

 

Servizi riguardanti un intervento appartenente alle classi e categorie secondo l'elencazione di cui all'art. 14 della legge 143/1949 (tariffa professionale) di seguito specificate:

(intervento appartenente a più di una classe e categoria);

 

1) progettazione e Direzione Lavori

-          classe e categoria Ic

-          importo opere                    € 150.000,00

-     corrispettivo stimato           €   16.683,45

 

2) progettazione e Direzione Lavori

-          classe e categoria IIIc

-          importo opere                    € 150.000,00

-     corrispettivo stimato           €   20.152,51

 

3) progettazione e Direzione Lavori

-          classe e categoria IIIb

-          importo opere                    € 150.000,00

-     corrispettivo stimato           €   16.968,00

 

4) maggiorazione 25% per mancata assistenza da parte del committente su D.L.

- importo opera                         €  450.000,00

- corrispettivo stimato               €      4.707,59

 

5) Sicurezza Cantieri Dec.to Leg.Vo 494/94

-          classe e categoria Ic

-          importo opere                    € 150.000,00

-     corrispettivo stimato           €     7.841,22

 

-          classe e categoria IIIc

-          importo opere                    € 150.000,00

-     corrispettivo stimato           €    9.471,60

 

-          classe e categoria IIIb

-          importo opere                    € 150.000,00

-     corrispettivo stimato           €    7.973,76

 

6) Misura e contabilità

- importo opere                         € 450.000,00

- corrispettivo stimato               €    6.008,68

 

7) spese 30%                           €  26.941,14

Il corrispettivo complessivo stimato, comprensivo degli oneri per l'acquisizione di tutti i pareri necessari all'approvazione del progetto, è pari a € 116.747,95 (centosedicimilasettecentoquarantasette/95), esso è stato determinato sulla base delle percentuali previste - in corrispondenza delle classi e delle categorie indicate al punto II.2.1 del presente bando e dell'importo dei lavori - dalle tariffe professionali così come determinate con Decreto del Ministero della Giustizia del 4 aprile 2001 e dalla Legge 2 marzo 1949 n. 143, a cui si è fatto riferimento.

Agli onorari è stato applicato l'aumento per spese nella misura del 30%, calcolato in base all'art. 3 del D.M. 4.4.2001;

 

In osservanza dell'art. 2, comma 1, lettera a) della legge 4 agosto 2006, n. 248, il corrispettivo così determinato è soggetto ad un ribasso che ciascun concorrente proporrà in sede di offerta.

Non sono ammesse offerte in aumento.

 

II.2.2) OPZIONI

 

DESCRIZIONE ED INDICAZIONE DEL MOMENTO IN CUI POSSONO VENIRE ESERCITATE

 

L'aggiudicatario è vincolato all'offerta per l'intero oggetto dell'appalto. L'incarico verrà affidato in due fasi:

La prima fase prevede l'affidamento per la redazione del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo e coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione;

La seconda fase, dopo l'approvazione del progetto esecutivo, prevede l'affidamento della Direzione lavori, prestazioni accessorie e coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione.

L'ente appaltante si riserva la facoltà di risolvere il contratto con l'aggiudicatario in qualsiasi momento, senza che ciò possa costituire richiesta di risarcimento o danno da parte dell'aggiudicatario.

 

II.3) TERMINE DI ESECUZIONE

 

Per il progetto preliminare:        giorni 10 dalla stipula del contratto

Per il progetto definitivo:           giorni 30 dalla comunicazione di approvazione del progetto preliminare

Per il progetto esecutivo:           giorni 30 dalla comunicazione di approvazione dei progetto definitivo

 

SEZIONE III:

INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E

TECNICO

 

III.1) CONDIZIONI RELATIVE ALL'APPALTO

 

III.1. 1) CAUZIONI E GARANZIE RICHIESTE

 

L'offerta dei concorrenti deve essere corredata da una dichiarazione di una compagnia di assicurazione autorizzata all'esercizio del ramo responsabilità civile generale contenente l'impegno a rilasciare la polizza di responsabilità civile professionale prevista dall'art. 111 comma 1, del D.Igs. 163/2006 e dall'art. 105, comma 4, del D.P.R. n. 554/1999 e s. m. La polizza deve riferirsi ai lavori da progettare. Il massimale è stabilito in euro 400.000,00 (Quattrocentomila/00);

 

III.1.2) PRINCIPALI MODALITA DI FINANZIAMENTO E DI PAGAMENTO E/O RIFERIMENTI ALLE DISPOSIZIONI APPLICABILI IN MATERIA

 

FINANZIAMENTO COMPLESSIVO € 750.456,81 subordinato alla stipula di atto aggiuntivo  dell’APQ Sanità  di cui alla rimodulazione e riprogrammazione dell’APQ per gli interventi di cui all’art. 20 della legge 11.03.1988, n. 67 soggetti a revoca dall’Art. 1, comma 310, 311 e 312 della Legge 23/12/2005, n. 206.

 

PAGAMENTI

 

Il corrispettivo relativo alle prestazioni richieste, comprensivo degli oneri per l'acquisizione di tutti i pareri necessari all'approvazione del progetto, dovuto al soggetto incaricato, sarà calcolato sull'importo al netto del ribasso offerto e sarà corrisposto con le seguenti modalità:

l. Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva ad avvenuta acquisizione del finanziamento;

2. Direzione Lav., Misura e cont. ecc, in quota percentuale all'avanzamento dei lavori, applicando la riduzione del 10% a titolo di garanzia, che verrà liquidata con l'approvazione del certificato di collaudo o regolare esecuzione. I pagamenti saranno effettuati solo dopo accredito del relativo importo da parte della Regione Basilicata.

 

III.1.3) FORMA GIURIDICA CHE DOVRA’ ASSUMERE IL RAGGRUPPAMENTO DI PRESTATORI DI SERVIZI AGGIUDICATARIO DELL'APPALTO

 

Quella di cui all'art. 90, comma 1, lettere d), e), f), g), h), del D.Lgs. 163/2006.

 

III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

 

III.2.1) INDICAZIONI RIGUARDANTI LA SITUAZIONE PROPRIA DEL PRESTATORE DI SERVIZI, NONCHE’  INFORMAZIONI E FORMALITA NECESSARIE PER LA VALUTAZIONE DEI REQUISITI MINIMI DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO CHE QUESTI DEVE POSSEDERE

 

III.2.1.1) SITUAZIONE GIURIDICA - PROVE RICHIESTE

 

Non è ammessa la partecipazione alla gara di concorrenti per i quali sussistono:

 

a) le cause di esclusione di cui all'art. 38 del D.Lgs. 163/2006 e di cui agli articoli 51 e 52 del D.P.R. n. 554/1999 e s. m.;

b) l'inesistenza dei requisiti di cui all'art. 53 e 54 del D.P.R. n. 554/1999 e s. m., rispettivamente in caso di società di ingegneria o di società professionali;

c) l'estensione, negli ultimi cinque anni, nei propri confronti degli effetti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui alla legge n. 1423/1956 e s. m., irrogate nei confronti di un convivente;

d) sentenze, ancorché non definitive, relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto;

e) le sanzioni interdittive di cui al D.Lgs. n. 231/2000 e s. m.;

f) l'inosservanza delle norme della legge n. 68/1999 che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili;

g) l'esistenza di piani individuali di emersione di cui alla legge n. 383/2001 e s. m.;

h) l'inosservanza, all'interno della propria azienda, degli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente normativa;

i) l'esistenza di alcuna delle forme di controllo di cui all'art. 2359 del codice civile con altri concorrenti partecipanti alla gara;

j) di non aver reso false dichiarazioni, nell'anno antecedente la data di pubblicazione del bando, circa il possesso dei requisiti richiesti per l'ammissione agli appalti.

 

L'assenza delle condizioni preclusive sopra elencate è provata, a pena di esclusione dalla gara, con le modalità, le forme ed i contenuti previsti nel disciplinare di gara di cui al punto IV.3.2), del presente bando.

 

III.2.1.2) CAPACITA’ TECNICA - TIPO DI PROVE RICHIESTE

 

I concorrenti devono essere in possesso del requisito previsto dall'art. 63, comma 1, lettera o), del D.P.R. n. 554/1999 e s. m.

Il requisito è costituito dall'aver svolto, nel decennio anteriore alla data di pubblicazione del bando, servizi di cui all'art. 50 del suddetto D.P.R. 554/1999 e s. m. riguardanti lavori, appartenenti ad ognuna delle classi e delle categorie dei lavori da progettare, di importo pari a 3 (tre) volte gli importi dei lavori di ognuna delle suddette classi e categorie cui si riferisce il presente bando.

 

Nel caso di associazione temporanea o di consorzi occasionali o di consorzi stabili o GEIE la capogruppo deve possedere requisito di cui alla precedente lettera a);

a)      nella misura non inferiore al 60% per la classe e categoria Ic, di quanto spetta di dimostrare complessivamente;

b)      nella misura non inferiore al 60% per la classe e categoria IIIc, di quanto spetta di dimostrare complessivamente;

c)       nella misura non inferiore al 60% per la classe e categoria IIIb, di quanto spetta di dimostrare complessivamente

 

Il possesso dei requisiti è provato, a pena di esclusione dalla gara, con le modalità, le forme ed i contenuti previsti nel disciplinare di gara di cui al punto IV.3.2), del presente bando.

 

III.3) CONDIZIONI RELATIVE ALL'APPALTO DI SERVIZI

 

III.3.1) LA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO E’ RISERVATA AD UNA PARTICOLARE PROFESSIONE? SI

 

Possono partecipare all'appalto:

a) i soggetti di cui all'articolo 90, comma 1, lettere d) (liberi professionisti), e) (società di professionisti), f) (società di ingegneria), g) (raggruppamenti temporanei), h) (Consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria) del D.lgs 163/2006;

b) le persone fisiche appartenenti ad altri stati membri dell'Unione Europea purché abilitate nei rispettivi paesi di origine a fornire i servizi oggetto del presente appalto;

c) le persone giuridiche appartenenti ad altri stati membri dell'Unione Europea purché abilitate nei rispettivi paesi di origine a fornire i servizi oggetto del presente appalto.

III.3.2) LE PERSONE GIURIDICHE SARANNO TENUTE A COMUNICARE 1 NOMINATIVI E LE QUALIFICHE PROFESSIONALI DEL PERSONALE INCARICATO DELLA PRESTAZIONE DEL SERVIZIO? SI

 

Ai sensi dell'art. 90, comma 7, del D.Lgs 163/2006, indipendentemente dalla natura giuridica del soggetto affidatario dell'incarico, già in sede di offerta, il concorrente deve indicare i nominativi dei professionisti personalmente con la specifica delle rispettive qualificazioni professionali. Deve inoltre essere indicata, sempre nell'offerta, la persona fisica incaricata dell'integrazione tra le varie prestazioni specialistiche.

 

SEZIONE IV: PROCEDURE

 

IV.1) TIPO DI PROCEDURA

 

PROCEDURA APERTA EX ART. 55, COMMA 5, D.Lgs. 163/2006

 

IV.1.2) PUBBLICAZIONI PRECEDENTI RELATIVE ALLO STESSO APPALTO? NO

 

IV.2) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE

 

Offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'art. 83 del D.Lgs 163/2006 secondo i criteri di cui all'art.64, comma 2, del D.P.R. n. 554/1999, di seguito enunciati:

 

ELEMENTI DI VALUTAZIONE                              

1)      PROFESSIONALITA’: significativa presentazione di materiali grafico descrittivo e fotografico descrittivo e fotografico di opere similari da progettare – punteggio massimo attribuibile 30 punti;

2)      CARATTERISTICHE qualitative e metodologiche dell’offerta desunte dall’illustrazione delle modalità di svolgimento delle prestazioni oggetto dell’incarico e dai curriculum – punteggio massimo attribuibile 30 punti;


 

3)      RIBASSO percentuale offerto indicato nell’offerta economica – punteggio massimo attribuibile 30 punti;

 

4)       RIDUZIONE percentuale indicata nell’offerta economica con riferimento al tempo – punteggio massimo attribuibile 10 punti

 

 Al più alto ribasso verrà attribuito il massino punteggio, per i restanti ribassi, il punteggio verrà attribuito in modo proporzionale  fino a due cifre decimali;

 

 

Il disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente bando in ordine alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell'offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell'appalto nonché gli elaborati tecnici e amministrativi necessari e per formulare l'offerta, sono visibili presso l'Ufficio Tecnico Aziendale nei giorni da Lunedì a Venerdì e nelle ore d'ufficio; il disciplinare di gara è, altresì disponibile sul sito Intemet al seguente indirizzo: www.asl1venosa.it - Allo stesso Ufficio è altresì possibile richiederne copia.

 

IV.3) SCADENZA FISSATA PER LA RICEZIONE DELLE OFFERTE

 

Ventiseiesimo giorno successivo dalla pubblicazione dell’estratto del presente bando sulla G.U.R, ore 12,00. Sono escluse dalla gara le offerte pervenute dopo tale termine.

 

 

IV.3.1) LINGUA/E UTILIZZABIELE/I NELLE OFFERTE 0 NELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE: Italiano

 

IV.3.2) PERIODO MINIMO DURANTE IL QUALE L'OFFERENTE E’ VINCOLATO DALLA PROPRIA OFFERTA: 180 (centoottanta) giorni dalla scadenza fissata per la ricezione delle offerte. Dopo tale termine il Professionista  potrà ritirarla  con espressa richiesta scritta.

 

IV.3.3) MODALITA DI APERTURA DELLE OFFERTE:

secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;

 

IV.3.3.1) DATA, ORA E LUOGO

Terzo giorno successivo a quello indicato al punto  IV.3, ore 10.00 presso la Sede Centrale dell’Azienda Sanitaria USL n. 1 di Venosa;

 

SEZIONE V: ALTRE INFORMAZIONI

 

V.1) TRATTASI DI BANDO NON OBBLIGATORIO? NO

 

V.1.1) PRECISARE, ALL'OCCORRENZA, SE IL PRESENTE APPALTO HA CARATTERE PERIODICO E INDICARE IL CALENDARIO PREVISTO PER LA PUBBLICAZIONE DEI PROSSIMI AVVISI

Il presente bando non ha carattere periodico per cui, non è previsto alcun calendario per la pubblicazione di successivi avvisi;

 

V.1.2) INFORMAZIONI COMPLEMENTARI

 

a)         l'appalto sarà aggiudicato alla migliore offerta economicamente più vantaggiosa determinata da una commissione giudicatrice, sulla base dei criteri indicati al punto IV.2) del presente bando nonché secondo le specificazioni contenute nel disciplinare di gara; non è prevista la verifica della congruità delle offerte sulla base delle disposizioni di cui all'art. 64, comma 6, del D.P.R. n. 554/1999 e s.m.;

b) per servizi svolti nel decennio di riferimento deve intendersi oltre ai servizi iniziati ed ultimati in detto periodo anche quelli ultimati in detto periodo anche se iniziati precedentemente;

c) gli importi dichiarati da soggetti stabiliti in altro stato membro dell'Unione Europea, qualora espressi in valuta diversa dall'euro, dovranno essere convertiti in euro;

d) si procederà all'aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida;

e) in caso di offerte uguali si procederà per sorteggio;

f) l'offerta è valida per 180 giorni dalla data di presentazione dell'offerta. Dopo tale termine il Professionista  potrà ritirarla  con espressa richiesta scritta;

g) i corrispettivi saranno pagati con le modalità previste dal disciplinare di incarico;

h) l'affidatario dell'incarico non potrà avvalersi del subappalto, ai sensi dell'art. 91 c.3 del DLgs 163/2006.

i) i dati raccolti saranno trattati, ai sensi dell'art. 10 della legge 675/96, esclusivamente nell'ambito della presente gara;

j) le prestazioni relative alla direzione dei lavori e connesse attività sono da considerarsi opzionali e, pertanto, l'amministrazione aggiudicatrice ha la facoltà di richiedere o non richiedere l'effettuazione di tali prestazioni senza che il soggetto affidatario possa far valere alcun diritto in merito ad esse;

k) responsabile del procedimento: Geom. Franco Di Lucchio.

 

Realizzazione   Sistema Informativo Automatizzato   ASL 1 Venosa                       CEDASL1@RETE.BASILICATA.IT